venerdì 13 febbraio 2015

Alba o Tramonto?



Sei ciò che voglio,
Il “perché” che vince tutti i “ma”,
l’incastro perfetto per il mio essere.

Lasciami cucire quei frammenti d’anima che ti porti dietro, riempire i vuoti del cuore come fossi la più bella tra le melodie; capace di risanare la carne solo sfiorandoti, svuotare il silenzio con le mie note più dolci e limpide.

Lasciati stringere nel mio abbraccio, fingi che io sia aria; per poterti avvolgere senza farti male, soffierei a tuo favore spingendoti verso le mete che deciderai di raggiungere.

“La terra su cui cammini scotta come cenere ardente, incendiata della rabbia che viva scorre nelle tue vene.” Ho pensato a voce alta.
“Perché sono una maledizione.” Hai risposto senza remore.

Allora permettimi di esser vittima di questa maledizione; come un esploratore che scopre un tesoro di cui l’umanità non dovrebbe sapere niente, o un navigatore che viene sommerso e inglobato dalla tempesta, sperso nell'infinità del Mare.
Lasciami seguire la via segnata dal mio cuore e dalla mia mente, per la prima volta non in disaccordo. Sii egoista quanto basta per farti amare, anche solo un istante.
Poi bruceremo travolgendo nel nostro vortice quel che ci circonda, e non m’importa se durerà il tempo di un bacio. Non m’importa perché quel breve attimo basterà a renderci eterni, infinitamente noi contro le intemperie, più in alto di ogni diceria o maledizione legata a questa terra; essa per allora non ci apparterrà più.

Interi,
vivi,
uniti da un amore più forte delle catene umane.
Cosa vuoi di più? ©
Calien

Nessun commento:

Posta un commento